Ferdinando Camon è nato nel 1935 in un piccolo paese della campagna veneta. Nei suoi libri Camon ha raccontato la crisi e la morte della civiltà contadina e lo scontro di civiltà, con l’arrivo degli extracomunitari. I suoi romanzi più recenti sono La cavallina, la ragazza e il diavolo (Premio Giovanni Verga) e La mia stirpe (2011, Premio Vigevano-Mastronardi). Il suo ultimo libro (2019) è Tentativo di dialogo sul comunismo, con Pietro Ingrao. Con Guanda ha pubblicato Conversazione con Primo Levi. È tradotto in venticinque paesi. Le sue opere sono pubblicate anche in edizioni per ciechi, in Italia e in Francia. Nel 2016 ha vinto il premio Campiello alla Carriera.

EVENTO PASSATO: Scrivere è più di vivere

Palazzo Moroni, Sala Anziani - 17:30 - 03/10/2019
Ferdinando Camon, «narratore della crisi», in questo libro torna ai suoi temi principali: la scrittura come rivelazione, il crollo dei valori nella civiltà contemporanea, il mondo delle piccole cose come salvezza. Racconti e riflessioni di uno scrittore necessario, che qui...

EVENTO PASSATO: Tutta la verità, solo la verità

Palazzo Moroni, Sala Anziani - 17:00 - 03/10/2018
con Nicolò Menniti Ippolito

EVENTO PASSATO: «I libri e la vita»

Palazzo Moroni, Sala Anziani - 17:00 - 04/10/2017
Ferdinando Camon parlerà sul rapporto tra i suoi libri e la vita di tutti. La mia psicanalisi può far capire la psicanalisi del Papa? I romanzi sul Veneto fanno capire l’integralismo cattolico? L’integralismo cattolico di ieri fa capire l’integralismo islamico...