Sergio Durante, nato a Padova, ha studiato musica e musicologia al Conservatorio e all’Università di Bologna.

Dopo alcuni anni di attività come flautista e insegnante in vari conservatori, i suoi interessi si sono concentrati sulla musicologia. Come borsista Fulbright dal 1983 ha svolto un dottorato di ricerca alla Harvard University seguendo in particolare l’insegnamento di Christoph Wolff e Lewis Lockwood.

Si è occupato di musica del Sei-Settecento, comprendendo un ampio arco di interessi, sia di carattere storico-sociale che analitico, nell’ambito colto ed in quello popolare. Dal 1987 ha insegnato Critica ed estetica musicale alla Scuola di paleografia e filologia musicale di Cremona e dal 1991 Filologia musicale all’Università di Padova dove dal 2000 è professore ordinario.

I suoi saggi, una settantina, sono pubblicati in varie lingue e riguardano la storia del teatro musicale italiano settecentesco, aspetti di musica strumentale e di teoria dell’opera, etnomusicologia, musica elettronica, studi mozartiani e tartiniani. Ha diretto dal 1986 il Lessico italiano del canto, un dizionario storico della didattica vocale. Dalla metà degli anni’80 si è dedicato in particolare alla ricerca mozartiana con una serie di studi pubblicati in Inghilterra, Austria e Germania per i quali è stato cooptato come membro della Mozart Akademie di Salisburgo. Ha fatto parte del Comitato di programma del XV congresso della Società internazionale di musicologia (Lovanio 2002).

È presidente dell’Edizione nazionale delle opere di P.A. Locatelli ed è membro del Comitato editoriale per l’opera omnia di Luigi Boccherini.

E’ membro della redazione della rivista “Ad Parnassum”. Reader per University of Chicago Press, University of California Press, Journal of the American Musicological Society, Studi musicali, Il saggiatore musicale. Dall’ottobre 2003 al settembre 2009 Direttore del Dipartimento di storia delle arti visive e della musica dell’Università di Padova.

Consulente dal 2007 al 2008 dell’Accademia delle arti e mestieri del Teatro alla Scala di Milano.

Dal 2007 al 2009 ha progettato ed organizzato per la città di Padova una manifestazione dedicata all’ecologia del suono e alla divulgazione musicale dal titolo “Giornata dell’ascolto”. Sta attualmente promuovendo e realizzando il progetto Tartini 2020. Fra i sui lavori più noti la raccolta Studi su Mozart e il Settecento (Lucca, L.I.M., 2007) e la prima edizione dell’autografo della Clemenza di Tito di W.A. Mozart (Kassel etc., Bärenreiter, 2009).

Nel 2011 è stato De Bosis Lecturer alla Harvard University. Nel 2014 ha tenuto un ciclo di conferenze all’Università di Sydney. Nel 2017 ha insegnato alla Shanghai Tech University.

Dal 2016 è socio corrispondente dell’Accademia galileiana di Padova. È membro del Directorium della Società internazionale di musicologia.

EVENTO IN CORSO:
La Città, le Nazioni, Tartini

Padova Fiere – Padiglione 11 - 18:30 - 05/10/2020
Per partecipare all’evento è richiesta l’iscrizione (posti disponibili max 800)