Maurizio Molinari, nato  Roma nel 1964, è il Direttore de” La Stampa” dal 1 gennaio 2016. Vi ha iniziato  lavorare nel 1997 e da allora è stato corrispondente da Bruxelles, New York e Gerusalemme-Ramallah. Giornalista professionista dal 1989, ha raccontato i conflitti nei Balcani, in Medio Oriente e nel Corno d’Africa. Fra i leader intervistati vi sono i presidenti americani Barack Obama e George W. Bush, i Segretari di Stato Condoleezza Rice, Henry Kissinger e Madleine Albright, i Segretari generali dell’Onu Kofi Annan e Ban Ki-moon, il colonnello Gheddafi, il re saudita Abdullah, i primi ministri israeliani Shimon Peres e Benjamin Netanyahu, i presidenti palestinesi Yasser Arafat e Mahmud Abbas, il comandante del Pkk Abdullah Ocalan e il presidente del Kurdistan iracheno Barazani. Ha pubblicato 19 saggi, gli ultimi dei quali sono “Il Califfato del Terrore”, “Jihad”, “Il Duello nel Ghetto” e “Il ritorno delle tribù”, pubblicati da Rizzoli. Ha studiato al Manchester College di Oxford ed all’Università ebraica di Gerusalemme prima di laurearsi in Scienze Politiche e Lettere alla Sapienza di Roma.