Nel 1969 è entrato come cronista alla redazione di Avvenire di Milano. Dopo aver aver compiuto un lungo viaggio di studi negli Stati Uniti all’epoca del Watergate, inviando corrispondenze al quotidiano milanese. Nel 1975 fa il suo ingresso al Corriere della Sera come redattore nella cronaca milanese. È  stato inviato speciale e corrispondente di guerra, dall’Asia all’Africa, dai Balcani all’ultimo conflitto in Iraq. Ha scritto anche importanti inchieste sulla società italiana, il terrorismo degli anni di piombo, i problemi del Mezzogiorno, Nel 1982 ha vinto il Premiolino per i reportage da Napoli sul fenomeno della camorra. Nel 1984 ha vinto il premio l’”Altra Napoli” per i reportage sugli aspetti positivi della società civile e dell’economia napoletana. Nel 2001 è stato nominato corrispondente per il Corriere della Sera da Parigi, e in seguito editorialista  di politica internazionale con base Parigi.