Luigi Manconi
con Sergio Staino
Claudio Malfitano

Montegrotto Terme, Hotel Petrarca

Data: dom 24 settembre 2017

Orario:

21:00


Scritto a quattro mani con Federica Resta, il libro presentato da Luigi Manconi  illustra un meccanismo psicologico tanto elementare quanto diffuso, che mira a prendere le distanze dalle parole e dagli atti che ci tradiscono e contraddicono ciò che pensiamo di essere, o che magari vogliamo far intendere di essere. Ma ormai è entrata in crisi l’interdizione morale nei confronti di parole e atti xenofobi, che aveva costituito una sorta di presidio linguistico e culturale, ma anche sociale e politico, rispetto al ricorso a pratiche di esclusione e discriminazione. Forse davvero sta cadendo il tabù del razzismo nella società italiana. Gli autori lanciano un grido d’allarme in questo pamphlet di grande urgenza: l’intolleranza etnica ha trovato spazio nel discorso pubblico e nella sfera politica, legittimando comportamenti fino a ieri censurati, grazie a figure pubbliche che fanno del proprio ruolo istituzionale una risorsa significativa di produzione e legittimazione dell’ostilità sociale nei confronti dello straniero. Manconi e Resta dimostrano che queste figure pubbliche corrispondono a un tessuto in crescita di piccoli e grandi imprenditori politici dell’intolleranza, capace di produrre anche casi paradossali di “razzismo democratico”, come i Centri di identificazione e di espulsione per stranieri irregolari, un sistema incompatibile con diversi princìpi costituzionali, eppure tollerato dalle istituzioni. Un libro fondamentale per evitare l’errore di indugiare nel “peccato dell’indifferenza”.

Con:

Luigi Manconi

Nato a Sassari il 21 febbraio 1948, noto anche con lo pseudonimo di Simone Dessì, è un sociologo. Insegna Sociologia dei Fenomeni Politici allo Iulm di Milano. Politico, ex portavoce dei Verdi (1996-1999), eletto al Senato nel 1994 (Verdi), 1996...
Leggi di più

e

Sergio Staino

Disegnatore, scrittore, regista e operatore culturale. Anima inquieta della sinistra marxista, è vignettista “storico” de l’Unità, di cui è stato direttore, ma le sue strisce sono apparse in tantissimi quotidiani e periodici italiani. Vive e lavora a Scandicci in quel di Toscana. Le...
Leggi di più

Claudio Malfitano

Originario di Messina e laureato a Padova in Scienze della Comunicazione e dell'informazione, è redattore del Gruppo Editoriale L'Espresso.
Leggi di più


Calcola il percorso