Alberto Rollo
con Marco Balzano

Palazzo Moroni, Sala Paladin

Data: mer 04 ottobre 2017

Orario:

18:30


In collaborazione con Medici per l’Africa Cuamm

Vincitore del Premio Letterario Corrado Alvaro e Libero Bigiaretti 2017
Questa è una ricognizione autobiografica ed è il racconto della città che l’ha ispirata. Si entra nella storia dagli anni Cinquanta: l’infanzia nei nuovi quartieri periferici, con le paterne “lezioni di cultura operaia”, le materne divagazioni sulla magia del lavoro sartoriale, la famiglia comunista e quella cattolica, le ascendenze lombarde e quelle leccesi, le gite in tram, le gite in moto, la morte di John F. Kennedy e quella di papa Giovanni, Rocco e i suoi fratelli, l’oratorio, il cinema, i giochi, le amicizie adolescenziali e i primi amori fra scali merci e recinti incustoditi. E si procede con lo scatto della giovinezza, accanto l’amico maestro di vita e di visioni, sullo sfondo le grandi lotte operaie, la vitalità dei gruppi extraparlamentari, il sognante melting pot sociale di una generazione che voleva “occhi diversi”. A questa formazione si mescola la percezione dell’oggi, il prosciugamento della città industriale, i progetti urbanistici per una Grande Milano, le trasformazioni dello skyline, il trionfo della capitale della moda e degli archistar.

Con:

Alberto Rollo

Rollo, 65 anni, è tra gli editor italiani più stimati (non solo dagli autori con cui ha lavorato), ed è in Feltrinelli da 22 anni: in passato è stato responsabile della collana tascabile. Oltre a scrivere saggi e recensioni per alcune riviste, Alberto Rollo, che è stato...
Leggi di più

e

Marco Balzano

Marco Balzano è nato a Milano nel 1978, dove vive e lavora come insegnante di liceo. Ha esordito nel 2007 con la raccolta di poesie Particolari in controsenso (Lieto Colle, Premio Gozzano). Nel 2008 è uscito il saggio I confini...
Leggi di più


Calcola il percorso