Faruk Šehić
con Aleksandra Ivic
Paolo Di Paolo

Orario:

17:30


Premio dell’Unione Europea per la Letteratura nel 2013

Essere di nuovo intero, ricucire gli stralci del tempo e dello spazio spezzati dalla guerra per trovare una continuità e superare il proprio trauma è ciò che Mustafa Huser, poeta e soldato, si propone di fare. Nasce così un labirinto onirico che si dipana su tre tempi diversi: quello dell’innocenza, l’infanzia e la giovinezza in un paesino bosniaco sulle rive del fiume Una, dove il protagonista vive immerso nell’idillio della natura, innamorato del fiume, dei suoi abitanti reali o immaginari, della sua vegetazione rigogliosa e dei cicli vitali che detta inesorabilmente.

In collaborazione con Europoliti. Stories for a European Conscience e Progetto Giovani Padova

Con:

Faruk Šehić

Faruk Šehić, poeta, scrittore e giornalista bosniaco, è nato nel 1970 a Bihac e cresciuto a Bosanska Krupa. Ha studiato veterinaria a Zagabria fino allo scoppio della guerra in Bosnia nel 1992, quando ha fatto ritorno per arruolarsi nell'Esercito della...
Leggi di più

e

Aleksandra Ivic

Studiosa della cultura e letteratura dei paesi dell’ex Jugoslavia. Ha moderato vari incontri e presentazioni di libri, attinenti alla tematica dei paesi balcanici. Con i suoi articoli ha contribuito al portale “Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa”.
Leggi di più

Paolo Di Paolo

Nel 2003 entra in finale al Premio Italo Calvino per l’inedito, con i racconti “Nuovi cieli, nuove carte”. Ha pubblicato libri-intervista con scrittori italiani come Antonio Debenedetti, Raffaele La Capria e Dacia Maraini. È autore di Ogni viaggio è un...
Leggi di più


Calcola il percorso